Crostata vegana con crema alla vaniglia e marmellata di lamponi

Nonnacurcuma- La natura in tavola

Crostata vegana con crema alla vaniglia e marmellata di lamponi

Ieri sera avevo a cena degli amici vegani e desideravo preparare una crostata vegana con crema alla vaniglia e marmellata di lamponi che non avesse nulla da invidiare a quelli tradizionali. Non mi piace molto dare delle etichette ai miei piatti ma questa volta ho voluto dire che questa torta è vegana per il semplice fatto che non è indispensabile l’uso di uova, di burro, di zucchero e farine raffinate perché un dolce sia buono e accattivante. Premetto di non essere vegana, ma vi assicuro che fare piatti vegani non vuol dire togliere qualcosa al risultato finale, come si pensa comunemente. Si utilizzano, semplicemente, ingredienti diversi da quelli a cui siamo abituati, che hanno un impatto minore sia sulla salute che sul pianeta. Questa ricetta mi era stata data da mia sorella che è un’ottima pasticcera e fa dei dolci meravigliosi. Purtroppo però, per la quantità di burro e zucchero che contengono, cerco sempre di non esagerare. Questa torta l’ho preparata diverse volte nella sua versione originale e ha sempre riscosso un gran successo. Sembrerebbe una semplice crostata di marmellata di lamponi ma in realtà, all’interno, conserva una cremina alla vaniglia che contrasta con la marmellata leggermente aspra e la rende davvero molto speciale. E’ stata una prova anche per me perché ho dovuto sostituire alcuni ingredienti e non utilizzarne altri. Non ero certa del risultato finale ma alla fine non è stato difficile, vi assicuro! Per la prima volta ho sostituito, nella pasta frolla, il burro con la margarina vegetale della Provamel. Normalmente preferisco usare l’olio di girasole ma il risultato finale non è per nulla paragonabile. Con l’olio la frolla rimane sempre poco friabile. E questa volta, incuriosita da un cliente che la usa spesso e me ne ha parlato molto bene, ho voluto variare. La mancanza del burro non si è per nulla sentita e questa margarina di soia è un ottimo sostituto e non contiene grassi saturi. Pertanto, questa torta può essere consumata anche da chi è attento alla salute e da chi fa scelte etiche non utilizzando prodotti di provenienza animali. Ieri sera sapevo di fare uno sgarro ma ero serena perché sapevo di non aver mangiato neanche un grammo di grasso nocivo alla salute e questo, vi assicuro, è una sensazione impagabile. Il mio colesterolo è stato fatto salvo!

Crostata vegana con crema alla vaniglia e marmellata di lamponi

By 1 Maggio 2014

  • Prep Time : 20 minutes
  • Cook Time : 20 minutes

Instructions

Come prima cosa, preparare la crema che poi dovrà essere messa a raffreddare. In un pentolino mettere l'amido di mais insieme al latte di soia e ad una punta di vaniglia con un mezzo cucchiaino di margarina e far andare a fuoco molto lento in modo che la crema si addensi. Non deve risultare ne molto liquida ma neanche troppo compatta. Deve essere densa ma ancora morbida. Lasciarla raffreddare ed intanto preparare la frolla. Unire la farina con la margarina, lo zucchero, la vaniglia, il lievito, un pizzico di sale e se fate fatica a tenere insieme l'impasto, aggiungere l'olio di girasole ed un goccino di latte di soia. In uno stampo imburrato, di circa 13 cm, stendere l'impasto costruendo un bordino che può essere decorato con le punte di una forchetta che potrete schiacciare leggermente sopra. Mettere l'impasto steso per mezz'ora in frigorifero, quando lo tirerete fuori fare uno strato di circa un cm di crema fredda. Sulla crema aggiungere uno strato sottile di marmellata e alla fine decorare con le mandorle. Far cuocere a 170 ° fino a quando i bordi non saranno ben dorati. Mangiarla a temperatura ambiente.

Print
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.